Home / News / Maradona lascia l’Argentina

Maradona lascia l’Argentina

Maradona salutaE invece no…Contrariamente alle previsioni della scorsa settimana, Diego Armando Maradona non siederà più sulla panchina dell’Argentina. Sembrava fuori discussione la sua ri-conferma a CT della Selecciòn, ma qualcosa non ha funzionato tra Dieguito e il Presidente Federale Grondona e la fumata, alla fine, è stata nera.

Alla base del divorzio, divergenze sulla composizione dello staff tecnico. Grondona non avrebbe gradito alcune “imposizioni” di Maradona, che si sa, difficilmente recede dalle sue richieste. D’altronde, lui, Maradona, non ha mai accettato le mezze misure e non l’ha fatto neanche stavolta e pazienza se sulla panchina dell’Albiceleste non ci sarà più il simbolo calcistico di un’intera nazione, il numero uno di tutti i tempi.

Nemmeno la discesa in campo di Cristina Fernàndez de Kirchner, massima espressione politica del Paese ed entusiasta sostenitrice di Maradona, ha cambiato le cose.

Diego se ne va. Paga lui, in prima persona, così come altre volte in passato, quando ha difeso compagni e colleghi. Si, perché lui, almeno da questo punto di vista, non tradisce, sente l’amicizia e si assume la responsabilità delle sue scelte. Non voleva stravolgimenti del suo gruppo di lavoro. Non è stato accontentato, anzi…

Per la prima volta nella sua vita sarà sostituito ufficialmente, ma non ci sarà una prossima volta in cui potrà tornare in campo, almeno non con l’Argentina. In molti speravano in un altro dribbling, nell’ennesima prodezza, in una finta che spiazzasse tutto e tutti, ma non è stato così.

A prescindere dall’impopolarità della decisione presa dalla Federazione, la squadra è stata affidata, almeno per il momento, a Sergio Batista, allenatore della Nazionale Under 20. In attesa di conoscere il nome del successore definitivo, il favorito, secondo la stampa argentina, è Alejandro Sabella, ct dell’Estudiantes.

argentina Grondona maradona

About Gianluca Ferrara

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top