Home / News / Dybala illumina nella notte grigia dello Stadium

Dybala illumina nella notte grigia dello Stadium

Dybala illumina nella notte grigia dello Stadium
Pubblicato da:
Articoli: 7 Commenti: 0
Altri Posts dell'Autore:

Eccoci qui. E’ finalmente arrivato sabato 21  Novembre e l’Europa cerca di voltare pagina, mostrare al mondo intero di non avere paura, perchè dopo una caduta ci si rialza. Tutti insieme. Così, da Lisbona a Mosca, la “Marsigliese” risuona in tutti gli stadi d’Europa per mostrare la vicinanza alla Francia ed ai Francesi. Anche allo Stadium l’inno francesce ha dato il via alle danze. Allegri e Mihajlovic, reduci da qualche critica di troppo ricevuta da dirigenti e stampa, arrivano a questo grande appuntamento con qualche acciaccato di troppo. I Campioni d’Italia si presentano con la difesa a 4 della passata stagione, Sturaro al posto dell’indisponibile Khedira e con Hernanes a supportare Dybala e Mandzukic. Il diavolo risponde con il tridente Cerci, Bacca, Niang e Bonaventura mezz’ala, difesa a 4 e modulo che ha permesso alla squadra di fare dieci punti nelle ultime quattro gare. Tra i pali, il capitano bianconero che festeggia i 20 anni dal suo esordio tra i professionisti proprio contro il Milan e dall’altro lato il sedicenne Gianluigi Donnarumma, giovanissimo prodigio del nostro calcio. Ci si aspettava uno spettacolo degno del blasone delle due compagini, ma così non è stato. La partita è stata deludente sotto tutti i punti di vista: tecnicamente le due squadre hanno mostrato abbastanza lacune, soprattutto a livello di singoli; sul piano dell’agonismo, invece, sembrava che i giocatori andassero con il freno a mano tirato, forse anche a causa del fatto che la maggior parte dei 22 in campo ha giocato con le rispettive Nazionali in settimana; anche il tabellino delle azioni pericolose piange: nel primo tempo sono un tiro di Marchisio dalla distanza ed una punizione di Hernanes, sporcata da Bonaventura, a far sporcare i guantoni al 99 rossonero. In questa serata grigia, fa luce la Joya Dybala. L’ex Palermo prende la Juventus sulle spalle e  al 65esimo, con una giocata da campione, deposita la palla alle spalle di un incolpevole Donnarumma e consegna i 3 punti alla squadra di Madama. Alex Sandro, subentrato ad Evra dopo mezz’ora di gioco, ha fornito l’assist al numero 21 dopo un bel ‘dai e vai’ con Pogba. Dopo la rete del vantaggio i Campioni d’Italia controllano la partita e il Milan non punge. Da registrare una bella conclusione di Kucka che spaventa il numero 1 bianconero e un tiro dalla lunga distanza di Cerci al 93esimo con Buffon che si dimostra attento. Nella notte dello Stadium sorride Allegri che conquista la 4 vittoria nelle ultime cinque e recupera due punti alla Roma, fermata a Bologna dagli uomini di Donadoni. Il tecnico bianconero può essere comunque soddisfatto dalla prestazione di Alex Sandro e di Dybala, molto meno da quella complessiva della squadra “non abbiamo giocato bene”, ammette il tecnico livornese a fine partita e di Hernanes, apparso con un corpo estraneo e sostituito dopo 45 minuti. L’argentino ventiduenne prova ad indossare i panni del leader con giocate di alta scuola e talento cristallino che gli permettono di siglare la settima rete stagionale e lo Stadium lo omaggia con una lunga standing ovation alla sua uscita. Sorride la Juventus, alla terza vittoria di fila, piange il Milan, passo indietro come si era già visto in casa contro l’Atalanta. Bacca non è in palla e la squadra non gira. Campionato riaperto per la Juventus? Non si sa, intanto i Campioni d’Italia sono sesti, con il terzo posto leggermente più vicino…

allegri blog Buffon Dybala francia gol juve juventus mihajlovic milan serie a

About Pietro Agoglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scroll To Top