Home / News / Calciomercato / Caos in casa Samp, Eto’o: “Pagate o denuncio tutto”. E’ pronta una conferenza

Caos in casa Samp, Eto’o: “Pagate o denuncio tutto”. E’ pronta una conferenza

Caos in casa Samp, Eto’o: “Pagate o denuncio tutto”. E’ pronta una conferenza
Pubblicato da:
Articoli: 98 Commenti: 0
Altri Posts dell'Autore:

Scoppia il caos in casa Samp. L’ex attaccante doriano, Samuel Eto’o, è uscito allo scoperto rilasciando amare dichiarazioni al Secolo XIX tramite una telefonata: “C’è una situazione scomoda tra me e il club, questa telefonata serve per annunciare che entro poche ore convocherò una conferenza stampa che potrà risultare sgradevole per i tifosi doriani ma che in realtà è doverosa. Io vorrei che fosse chiaro che sono stato sempre un galantuomo con la Samp, così come sono stato trattato da tale, il punto è che ora c’è una grave inadempienza visto che sono nove mesi che aspetto e ho perso la pazienza”.

Non è ancora ben chiara la situazione ma pare che a giorni verranno rivelati tutti i dettagli della questione: “Non è solo un aspetto economico, c’erano anche altri accordi. Da due settimane non riesco più ad avere contatti con la Samp. Parlerò anche di Olinga (giovane camerunese che Eto’o aveva voluto a Genova)”. Molto probabilmente si tratta di problemi legati alla buonuscita che il camerunense avrebbe dovuto percepire a giugno 2015, prima di raggiungere l’Antalyaspor.

La Samp ha replicato tramite l’avvocato Remei: “Il contratto è stato risolto perfettamente, ho tutta la documentazione. La Samp semmai ci ha rimesso 100 mila euro pagati all’Everton per farlo venire a giocare da noi sei mesi prima. Non so perché dica queste cose, era lui che aveva gran fretta di andersene in Turchia”. Si attendono novità.

avvocato doriano eto'o Everton ex Ferrero olinga remei sampdoria secolo XIX

About Antonio Minafra

Mi chiamo Antonio Minafra, ho 22 anni e studio Economia e commercio presso la facoltà degli studi di Bari. Nel tempo libero amo scrivere articoli sportivi sperando che un giorno il mio hobby possa diventare il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scroll To Top