Home / News / Il Lecce vola! Palermo che fai? Disastri Verona, Perugia e Cittadella. Incubi Livorno e Foggia. Carpi per il miracolo

Il Lecce vola! Palermo che fai? Disastri Verona, Perugia e Cittadella. Incubi Livorno e Foggia. Carpi per il miracolo

Il Lecce vola! Palermo che fai? Disastri Verona, Perugia e Cittadella. Incubi Livorno e Foggia. Carpi per il miracolo
Pubblicato da:
Articoli: 31 Commenti: 0
Altri Posts dell'Autore:

“È un Lecce-show” direbbe qualcuno. La squadra salentina, neo-promossa in Serie B, è a un passo dal ritorno tra i grandi. Cavalcata straordinaria quella dei giallorossi, che ha trovato il suo punto più alto nella vittoria durante la trentacinquesima giornata contro la capolista Brescia. Il gol di Tabanelli, a 10 minuti dalla fine, è bastato per battere le rondinelle e ora le due squadre sono appaiate in classifica con 63 punti, ma la squadra di Liverani ha una partita in più. Proprio la partita in più mantiene ancora accese le speranze del Palermo, che rischia a Livorno e non va oltre il 2-2, nonostante l’arrivo di Delio Rossi in settimana al posto dell’esonerato Stellone. È un gol del macedone Trajkovski, a un minuto dalla fine, a permettere alla squadra siciliana di tornare a casa almeno con un punto. Ora i rosanero sono terzi con 58 punti, a 5 punti dalle posizioni valevoli la promozione diretta. Dopo i 4 gol rifilati al Cosenza, anche il Benevento guarda interessato, seppur con poche speranze, quello che succede davanti. I campani sono al quarto posto con 56 punti, a due punti dal Palermo e a 7 punti dalle piazze-promozione. La quota promozione attualmente è di 67 punti, considerato che la squadra di Rossi può fare ancora 9 punti nelle ultime tre giornate di campionato; di conseguenza le due squadre di testa dovranno fare 5 punti nelle restanti partite (3 per il Brescia, 2 per il Lecce) per festeggiare l’approdo nel massimo campionato. Fondamentale, dunque, già la prossima giornata, soprattutto per i salentini, in programma mercoledì 1 maggio, dove il Brescia ospita l’Ascoli, il Lecce va a Padova e il Palermo affronta lo Spezia in piena corsa play-off al Renzo Barbera. Se i rosanero non vincessero contro i liguri, rondinelle e giallorossi, vincendo i loro match, potrebbero già festeggiare mercoledì. Il Benevento, spettatore attento, fa visita al Crotone, invischiato (ma quasi uscito) nella lotta per non retrocedere.

Dietro alle prime quattro è piena bagarre per gli ultimi posti play-off, con 8 squadre racchiuse in 9 punti: il Pescara ha totalizzato 51 punti fino ad ora ma ha una partita in più rispetto alle altre pretendenti. Subito dietro appaiono preoccupanti le situazioni di Verona (49 punti) , Spezia (47 punti) e Cittadella (46 punti). La squadra di Grosso non vince da 6 partite, a testimonianza di una stagione molto altalenante. I liguri dopo aver perso sul campo del Cosenza, nella trentacinquesima giornata non sono andati oltre il pareggio (1-1) contro il Perugia tra le mura amiche, dove hanno totalizzato ben 32 punti su 47. Il Citta, dopo due sconfitte pesanti con Salernitana e Cremonese, pareggia 2-2 con l’Ascoli e attualmente ricopre l’ultimo posto disponibile per i play-off in concomitanza con il Perugia. La squadra di Nesta non vince da cinque partite e ha rimesso in discussione tutto il buon lavoro fatto in precedenza. Si iscrive alla corsa anche la Cremonese, che ha iniziato a macinare punti dopo il cambio in panchina. La vittoria al novantesimo contro il Foggia permette ai grigiorossi di salire a 45 punti, a un solo punto dall’ottavo posto. Infine grande stagione per Ascoli e Cosenza. La squadra di Vivarini ha totalizzato 43 punti e sta disputando una grande annata, mettendo in difficoltà tutte le squadre della B. I calabresi (42 punti) invece raggiungono il proprio obiettivo, la salvezza, con 3 turni di anticipo facendo molto meglio rispetto alle attese. Stagione, dunque, positiva per due compagini partite per salvarsi e che ora sono addirittura a poche lunghezze dai play-off. Nella prossima giornata match-clou proprio tra Perugia e Cittadella al Renato Curi, mentre il Verona ospita il Livorno e lo Spezia va a Palermo. Riposa invece il Pescara che potrebbe scivolare dietro all’Hellas.

Dietro sembra essere segnato il destino del Padova, fanalino di coda che ripone l’ultima speranza nei play-out, ma mercoledì ospita il Lecce. Il Carpi rifila cinque reti alla Salernitana, sale a 29 punti e prova il miracolo. Il Foggia perde al novantesimo contro la Cremonese e rimane al terzultimo posto in classifica con 31 punti, ad un punto dai play-out. C’è da considerare che i satanelli senza i 6 punti di penalizzazione sarebbero fuori dalla zona rossa. In questo momento le due posizioni play-out sono ricoperte da Venezia e Livorno. Malissimo i veneti, che nel 2019 hanno vinto solo due partite e se si considera che le attese della vigilia erano ben altre e che un anno fa disputarono i play-off con Filippo Inzaghi. Diamanti e compagni invece, erano usciti dalla zona caldissima e sembravano avviati verso la salvezza. Le ultime sei partite (4 sconfitte e 2 pareggi) hanno rimesso tutto in discussione; e in questo momento il Crotone è lontano cinque punti. Proprio i calabresi insieme alla Salernitana hanno un vantaggio che cercheranno di concretizzare nelle ultime tre giornate. Il programma di mercoledì: Carpi-Cremonese, Foggia-Salernitana (match delicatissimo), Verona-Livorno, Cosenza-Venezia e infine Crotone-Benevento.

cittadella Forggia lecce livorno palermo Perugia serie b verona

About Valerio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scroll To Top